LA TRADUZIONE DEL PAPA

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!

Continuiamo a pregare per la pace in Ucraina e nel mondo intero. Faccio appello ai Capi delle nazioni e delle Organizzazioni internazionali, perché reagiscano alla tendenza ad accentuare la conflittualità e la contrapposizione. Il mondo ha bisogno di pace.

Non una pace basata sull’equilibrio degli armamenti, sulla paura reciproca. No, questo non va. Questo vuol dire far tornare indietro la storia di settant’anni. La crisi ucraina avrebbe dovuto essere, ma – se lo si vuole – può ancora diventare, una sfida per statisti saggi, capaci di costruire nel dialogo un mondo migliore per le nuove generazioni. Con l’aiuto di Dio, questo è sempre possibile!

Ma bisogna passare dalle strategie di potere politico, economico e militare a un progetto di pace globale: no a un mondo diviso tra potenze in conflitto; sì a un mondo unito tra popoli e civiltà che si rispettano.

Angelus, 3 luglio 2022 | Francesco

https://www.vatican.va/…/documents/20220703-angelus.html

In Europa devo spiegarlo sempre. Qui hanno un’esperienza molto triste del populismo. È appena uscito un libro, Sindrome 1933, che mostra come si è generato il populismo di Hitler. Per questo mi piace dire: non confondiamo il populismo con il popolarismo. Il popolarismo è quando il popolo porta avanti le proprie cose, esprime il suo pensiero nel dialogo ed è sovrano. Il populismo è un’ideologia che unisce il popolo, che cerca di raggrupparlo in un’unica direzione. E qui, quando parli loro di fascismo e di nazismo, capiscono cos’è il populismo.

Si può essere d’accordo o meno, ma se vuoi sapere cosa prova un popolo, vai in periferia. Le periferie esistenziali, non solo quelle sociali. Vai dagli anziani pensionati, dai bambini, vai nei quartieri, nelle fabbriche, nelle università, dove si gioca il quotidiano. Ed è lì che si mostra il popolo. I luoghi in cui il popolo può esprimersi più liberamente. Per me questo è fondamentale. Una politica a partire dal popolo che non è populismo. Rispettare i valori del popolo, rispettare il ritmo e la ricchezza di un popolo.

Io faccio mio il principio “la realtà è superiore all’idea”. Mi viene in mente un libro scritto dal filosofo Simone Paganini, docente all’Università di Aquisgrana, in cui parla della comunicazione e delle tensioni che esistono tra l’autore di un libro, il lettore e la forza del libro stesso. Sostiene che si sviluppa una tensione sia nella comunicazione che nella lettura del libro. E questo è fondamentale nella comunicazione. Perché, in qualche modo, la comunicazione deve entrare in un rapporto di sana tensione, che faccia riflettere l’altro e lo porti a rispondere. Se questo non c’è, è solo informazione.

La comunicazione umana – e lui parla di giornalisti, comunicatori o altro – deve entrare nella dinamica di questa tensione. Dobbiamo essere consapevoli che comunicare significa impegnarci. E dobbiamo essere molto consapevoli della necessità di impegnarci bene. Per esempio, c’è l’obiettività. Comunico qualcosa e dico: “È successo questo, penso questo”. Qui mi metto in gioco e mi apro alla risposta dell’altro. Ma se comunico quello che è successo potandolo, senza dire che lo sto potando, sono disonesto perché non comunico una verità. Non si può comunicare una verità in modo obiettivo, perché se la sto comunicando, ci metto del mio. Ecco perché è importante distinguere “è successo questo e penso che sia questo”. Oggi, purtroppo, il “penso” porta a una distorsione della realtà. E ciò è molto grave.

Sì, quando a volte penso ad alcuni media che purtroppo non svolgono bene la loro missione, quando penso a queste cose della nostra cultura in generale, della cultura mondiale, che danneggiano la società stessa, mi viene in mente una frase della nostra filosofia che sembra pessimista, ma è la verità: “Dai che va tutto bene! Tutto è uguale, tanto laggiù all’inferno c’incontreremo” [frasi tratte dal tango Cambalache, ndr]. In altre parole, non importa cosa sia la verità e cosa no. Non importa se questa persona vince o perde. Tutto è uguale. Dai che va tutto bene! Quando questa filosofia viene diffusa dai media è disastrosa perché crea una cultura dell’indifferenza, del conformismo e del relativismo che danneggia tutti noi.

Dalla crisi non si esce da soli, si esce correndo rischi e prendendo l’altro per mano – Vatican News

https://www.vaticannews.va/…/intervista-papa-francesco…

Entrevista exlusiva al Papa Francisco

https://www.telam.com.ar/entrevista-papa-francisco

MA ANCHE AR VATICANO

NELLA TRADUZIONE TAGLIANO E CUCIONO

E POI C’E’ LA GUERA

LA BIBLIOTECA DELLE MASCHERINE

PER IL RE MIDA DELLA MODA DEL REGIME

NAZI-MASSOCATTOCOMUNISTA DE NOANTRI

PADRE PADRONE DELL’ILLUMINISMO

PROPALATORE DEL LIBERO PENSIERO IN LIBERA CCHIESA

SE TE ‘MPONTI A VOLE’ LASCIA’ LA MASCHERINA A CASA ALLORA I 30 SECOLI DE CULTURA SE VANNO A FA BENEDI’ IN DER POSTO DALL’ EX SANTOPADRE DE NOANTRI.

DECISAMENTE UN DURO COLPO AL REGNO DELLA CULTURA DELLA BIBLIOTECA DE NOANTRI

Brunello Cucinelli realizza la Biblioteca Universale di Solomeo: un progetto che durerà mille anni

https://www.umbria24.it/…/brunello-cucinelli-realizza…

Da Solomeo a Milano per ‘il sogno’ di Cucinelli: la biblioteca universale –

DUCHINI PERMETTENDO

CIOLANKA SBILENKA

NELL’ETERNA LOTTA FRA IL BENE E IL MALE

SE LA GIUSTIZIA E’ A CIASCUNO IL SUO

IL MIO CE L’HA QUALCUN ALTRO.

I DIFENSORI DELL’ORDINE PROVINCIALE COSTITUITO

HANNO RIFILATO LA PATACCA.

NELL’ESECUZIONE DELLA CONDANNA DI 10 MESI

DERIVATA DAI PROCESSI CHE FANNO LORO

AI DISSIDENTI DAL PARTITO

SE SO’ INVENTATI LA PENA ALTERNATIVA

CHE STA A VEDE’ SE CE SCAPPA N’ALTRA DENUNCIA

E DE FA N’ALTRO PROCESSO

COME UN QUALSIASI FURBETTO DEL REDDITO DI CITTADINANZA

In prova ai servizi sociali percepisce il reddito di cittadinanza, molisano denunciato – L’Eco

https://ecoaltomolise.net/prova-ai-servizi-sociali…/

O FAME O MORTE

O L’INTERPRETAZIONE DELLA NORMA

DI BELLINI

Maria Callas sings “Casta Diva” (Bellini: Norma, Act 1)

MINISTERO DEL LAVORO

Nota-UL-17092020-misure cautelari.pdf

https://lavoro.gov.it/…/Nota-UL-17092020-misure…

LA PROVINCIALE INTANTO SE FA IL CALLO A TIRA’ LE BOTTE

SENNO’ PERDE IL PELO MA NON IL VIZIO

IN TEMPO DE GUERA DE POTERE PER L’UCRAINA

CIOLANKA SBILENKA

CONCORSOPOLI, CHI ?

COME LA GATTA DE SAN GIUANNE:

ORA RIDE ORA PIAGNE

MA IL DADO E’ TRATTO.

DATE A CESARE QUEL CHE E’ DI CESARE

E MO’ CHI GLIELO DICE AI 370 CANDIDATI

CHE INVECE DELL’ART 16 DELLA LEGGE 56/87

IL “ CONCORSO PUBBLICO “ E’ COME SEMPRE COSA NOSTRA ?

Articolo 97

I pubblici uffici sono organizzati secondo disposizioni di legge [95 c.3], in modo che siano assicurati il buon andamento e l’imparzialità dell’amministrazione.

Nell’ordinamento degli uffici sono determinate le sfere di competenza, le attribuzioni e le responsabilità proprie dei funzionari [28].

Agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso, salvo i casi stabiliti dalla legge [51 c.1].

QUELLO AL CNR ERA PER QUELLI DELLE CATEGORIE PROTETTE

( DAL PARTITO )

Mipaaf – ICQRF – Avviso reclutamento 24 unità di personale mediante richiesta numerica ai Centri per l’Impiego

https://www.politicheagricole.it/…/L/IT/IDPagina/18159

PERCHE’ REPRESSIONE COMUNISTA

NONNO FIORONI COMPRESO

METTE CHI GLIE PARE.

CONCORSOPOLI, CHI ?

MISSIONE VERITA’

MISSIONE VERITA’

Perché il Potere Segreto vuole distruggere Assange? Archives

https://www.ilfattoquotidiano.it/…/perche-il-potere…/…

MA IN OGNI CASO DISTRUGGERE I NEURONI

DELLA POPOLAZIONE.

NELLA FOTO LA TELECAMERA SOPRA IL LAMPIONE

DOVE STAZIONANO ANCHE IN PIENO GIORNO

LE LAVORATRICI DEL MESTIERE PIU’ VECCHIO DEL MONDO.

OVVIAMENTE PRECARIE E MAGARI CLANDESTINE.

TRIVIO FRA PARROCCHIA, EDIFICO SCOLASTICO E POCO LONTANO AGENZIA DELLE ENTRATE, INPS E CISL

E RIFONDAZIONE NAZI-MASSOCATTOCOMUNISTA.

LIBBERAMUS

COSA NOSTRA POSTO FISSO

QUALSIASI COSA VA CONTRO IL PARTITO E’ REATO.

PARTENDO DA QUESTO DOGMA DI FEDE

TUTTO IL RESTO NE DISCENDE.

HAI VOGLIA I FILOSOFI E I SCIENZIATI A SBATTESE

PER IL PROGRESSO DELLA NOZIONE.

LA DISTRIBUZIONE DEI POSTI DI LAVORO SPETTA AL PARTITO

CHE LA ESERCITA COME CAZZO GLIE PARE

E CON IL TIMBRO DEL TRIBBUNALE

CHE GLI AGGIUSTA LE SBRACATURE

Bona fides contraria est fraudi et dolo

LIBBERAMUS

LA CAMBIAZIONE DEL PAPA

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!

CHE IL SANTO PADRE LA SA LUNGA

E LA SA ANCHE ARCONTA’

E’ UNA VERITA’ DE FEDE.

IN PIU’ I VECCHI A NA CERTA ETA’

SENTONO QUANNO ARCAMBIA L’TEMPO

E I FON MALE I GINOCCHI

Papa Francesco rinuncia al viaggio in Africa: «Non vanificare le terapie al ginocchio»-

https://www.corriere.it/…/papa-francesco-rinuncia…

Da vecchi non si comanda più il proprio corpo. Bisogna imparare a scegliere cosa fare e cosa non fare. Il vigore del fisico viene meno e ci abbandona, anche se il nostro cuore non smette di desiderare. Bisogna allora imparare a purificare il desiderio: avere pazienza, scegliere cosa domandare al corpo e alla vita.

Da vecchi non possiamo fare lo stesso di ciò che facevamo da giovani: il corpo ha un altro ritmo, e dobbiamo ascoltare il corpo e accettare dei limiti. Tutti ne abbiamo. Anche io devo andare con il bastone, adesso.

RDC: l’armée congolaise a perdu le contrôle de Bunagana

https://www.rfi.fr/…/20220613-rdc-le-m23-occupe-la…

Soudan: l’ouest du Darfour de nouveau le théâtre d’affrontements sanglants

https://www.rfi.fr/…/20220614-soudan-l-ouest-du-darfour…

LIBBERAMUS

Torno su un tema che ho ripetuto in queste catechesi: questa cultura dello scarto sembra cancellare gli anziani. Sì, non li uccide, ma socialmente li cancella, come se fossero un peso da portare avanti: è meglio nasconderli.

Questo è un tradimento della propria umanità, questa è la cosa più brutta, questo è selezionare la vita secondo l’utilità, secondo la giovinezza e non con la vita come è, con la saggezza dei vecchi, con i limiti dei vecchi. I vecchi hanno tanto da darci: c’è la saggezza della vita. Tanto da insegnarci: per questo noi dobbiamo insegnare anche ai bambini che accudiscano i nonni e vadano dai nonni. Il dialogo giovani-nonni, bambini-nonni è fondamentale per la società, è fondamentale per la Chiesa, è fondamentale per la sanità della vita.

Dove non c’è dialogo tra giovani e vecchi manca qualcosa e cresce una generazione senza passato, cioè senza radici.

CHI VOL CAPI’ CAPISCA

Papa Francesco: “Io, la Nato, Putin e la Terza guerra mondiale”

https://www.lastampa.it/…/papa_francesco_io_la_nato…/…

PAPAVERI E PAPERE

STAMPA E POLIZIA

CHE FARESSIMO SENZA LA STAMPA

E LE FORZE DELL’ORDINE

COSI’ ORGANIZZATE ?

Mi suicido: giovane donna è in mezzo al Trasimeno.

E’ buio e non collabora

https://www.umbria24.it/…/mi-suicido-giovane-donna-e-in…

«Sono stata accerchiata con violenza e molestata con avances sessuali da un gruppo di ciclisti»

https://www.umbria24.it/…/sono-stata-accerchiata-con…

Trattenuta per un braccio:

«Mi hanno fatto girare come una bambola,

fatta oggetto di volgarità»

Patty Pravo – La bambola (Versione Originale HD)

IL BOBBOLO TAHIANO DI FRACATZ

IL BOBBOLO TAHIANO CHE NN’ARIVA A CAPI’

IL TESTO DEI REFERENDUM

E PER QUESTO DISERTA IL DOVERE CIVICO CONIUGALE

E’ PROBBABBILLMENTE MESSO SOTTO SCACCO

DALLA DITTATURA ORDITA DALLA MAGISTRATURA

E DALLA STAMPA DEL PARTITO NAZI-MASSOCATTOCOMUNISTA

«Adesso mi ferisco e vi denuncio per malasanità»:

26enne arrestato in Pronto soccorso

https://www.umbria24.it/…/adesso-mi-ferisco-e-vi…

MA DETTO BOBBOLO TIRA A CAMPA’ LO STESSO

CON L’AGLIUTINO DELLA POLIZIA.

APPRESCINDE.

IL PRONTO SOCCORSO RENDE LIBERI